.
Annunci online

FRANCESCOBOVA
SCRITTORE
 
 
 
 
           
       










 























 
7 dicembre 2010

QUANDO CHIARA HA PERDUTO LA LUCE

Con questo nuovo romanzo di Francesco Bova si chiude la trilogia del mal d’amore, iniziata con La leggenda dei pesci bambini (2005) e proseguita con Nata con il cuore in una mano (2008). L’ambientazione del  romanzo sono ancora la Liguria e la Francia e il registro è sempre quello visionario, sospeso tra il misticismo e la psicanalisi. Un elemento di novità consiste nel far incontrare i protagonisti dei tre romanzi: Luca, Giovanni e Antonio, studenti della Sorbona, poco dopo il maggio francese. Quando Chiara ha perduto la luce è la storia di Antonio, un professore universitario ed ex deputato del Partito Comunista Italiano, colpito da una antica malattia che s’interroga sulla particolare forma di cecità che ha colpito la bella moglie Chiara “una cieca capace di cucire l’orlo ad una sottana ma incapace di riconoscere il mio volto”.

E’ anche la storia di un pellegrinaggio interiore “tra cielo e terra” e di una conversione, dopo alcuni suggestivi incontri con l’eterea suora Helenka e Michàs, un frate polacco, nella Chiesa dei misteri (il Santuario di Nostra Signora del Soccorso) e con i ricordi che riemergono nella Casa delle calle (A cà du despetù).

La tormentata e drammatica confessione dei crimini esistenziali, politici e affettivi purifica le anime e i corpi di Antonio e di Chiara, dopo che si sono dissetati con l’acqua di una fontanella alimentata da un lago sotterraneo sui cui è stata edificata la Chiesa dei misteri.




permalink | inviato da FRANCESCOBOVA il 7/12/2010 alle 18:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

Giulio Perrone Editore
Mal d'amore
Blog mal d'amore
angelicarob
Francesco Bova



me l'avete letto 62419 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     marzo